X-LAM

SISTEMA PER PARETI IN PANNELLI MULTISTRATO DI TAVOLE INCROCIATE (X-LAM)

I sistemi massicci in legno sono caratterizzati, a differenza dei sistemi leggeri a telaio, dalla separazione fra la struttura portante e lo strato di isolamento termico..

Struttura portante: gli elementi portanti sono ottenuti dall’incollaggio di tavole di legno a strati incrociati in numero variabile, generalmente dai 5 ai 7. Le tavole, generalmente in legno di conifere, vengono essiccate meccanicamente e quindi giuntate di testa ed incollate. Per l’incollaggio si utilizzano collanti a base di melammina (con contenuto ridotto di formaldeide) o di poliuretano (esenti da formaldeide). Le tavole disposte in modo incrociato rendono il pannello particolarmente stabile dimensionalmente.

Comportamento statico: i pannelli funzionano come setti, ossia possono essere sollecitati sia nel loro piano, che perpendicolarmente ad esso. Per edifici fino a 3 piani sono sufficienti dal punto di vista statico spessori di parete che non superano i 10cm. Il sistema è particolarmente flessibile in quanto permette di realizzare qualsiasi forma, anche leggermente curvata, e di aprire fori senza dover intervenire con elementi strutturali suppletivi.

Isolamento termico: è sempre posto all’esterno quindi separato dal piano della struttura portante. Questo permette di sfruttare appieno la struttura in legno come massa d’accumulo interna e quindi contribuire ad una soddisfacente protezione termica estiva. I materiali impiegabili per l’isolamento esterno sono molteplici: per un corretto comportamento termo igrometrico vanno preferiti materiali permeabili alla diffusione del vapore, quali fibra di legno o sughero, mentre vanno evitati gli isolanti di origine sintetica. La finitura esterna è generalmente realizzata con intonaco traspirante o con una facciata ventilata.

Tenuta all’aria e diffusione del vapore: il pannello di tavole incollate in genere funziona già come freno vapore e di tenuta all’aria, ma è consigliabile in ogni caso l’uso di teli con funzione specifica. La tenuta all’aria va comunque garantita nelle giunzioni fra i pannelli e fra i pannelli e gli altri elementi costruttivi (finestre, tetto, primo solaio, ecc.)mediante nastri incollati e nastri auto espandenti. All’interno il sistema viene in genere completato con un rivestimento in cartongesso fissato ad un’orditura di listelli per realizzare un intercapedine per le installazioni impiantistiche.

Messa in opera della struttura: i pannelli vengono realizzati generalmente con un’altezza pari a quella di piano e con già ritagliati i fori per finestre e porte. Una volta in cantiere le pareti vengono appoggiate su una guaina impermeabilizzante, per evitare l’umidità di risalita, e poi fissate alla base mediante angolari metallici. I tempi di lavorazione sono generalmente più corti rispetto al sistema a telaio.

http://www.isolpan.com

http://www.caseinbioedilizia.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...